Vantaggi e benefici della manutenzione predittiva

Scopri i Vantaggi e benefici della manutenzione predittiva

Prevenire è meglio che curare, recitava un vecchio spot pubblicitario di una nota marca. La stessa logica si può applicare in molti campi, compreso quello della manutenzione industriale: meglio conoscere in anticipo i possibili problemi e malfunzionamenti dei propri impianti produttivi, piuttosto che intervenire a posteriori, ovvero a guasto avvenuto. In quest’ultimo caso, infatti, l’azienda è costretta a fermare la propria attività produttiva improvvisamente, con rischi per la puntualità delle commesse. In questi anni si sta perciò facendo largo una nuova modalità di manutenzione, quella predittiva, che punta a determinare lo stato di funzionamento di un sistema e stimarne il tempo di vita rimasto, così da poter intervenire prima che si verifichi effettivamente un guasto. La manutenzione predittiva è resa possibile dal monitoraggio continuo e in tempo reale degli impianti, che a sua volta rende disponibili dati in grande quantità che consentono di predire la possibilità di un comportamento anomalo delle macchine.

Indice degli argomenti: 

  1.  I vantaggi dell’approccio predittivo
  2. I numeri della manutenzione predittiva
  3. Logistica e sicurezza

I vantaggi dell’approccio predittivo 

Ovviamente, l’adozione della manutenzione predittiva comporta degli investimenti da parte dell’azienda, ad esempio nella sensoristica e nei software deputati alla gestione e all’analisi dei dati in tempo reale. I benefici in termini di maggiore produttività ed efficienza, però, sono nettamente superiori nel medio termine, dal momento che si riescono a evitare molteplici impatti negativi sulla continuità operativa e sul business. Vediamo in sintesi quali: 

  1. Azzeramento dei tempi di inattività e conseguente miglioramento della produttività
  2. Estensione della durata degli asset e posticipo dei nuovi acquisti 
  3. Riduzione del costo e della complessità delle riparazioni
  4. Mitigazione dei danni aggiuntivi o correlati
  5. Migliore conformità agli standard normativi
  6. Gestione ottimale delle componenti di ricambio e dell’inventario

I numeri della manutenzione predittiva

Tutto questo si traduce, in definitiva, in conseguenze positive per il fatturato aziendale, in particolare per quanto riguarda tutte quelle imprese che utilizzano in maniera intensa e flessibile i propri asset produttivi, così da reggere la sempre maggiore concorrenza globale.  C’è anche chi ha provato a stimare quali potrebbero essere gli effettivi risparmi derivanti da una manutenzione di tipo predittivo: secondo uno studio di Deloitte, ad esempio, una strategia di questo tipo aumenta in media la produttività del 25%, riduce i guasti del 70% e i costi di manutenzione del 25%. In particolare, secondo lo studio, il principale beneficio è rappresentato dalla riduzione dei tempi di inattività non pianificati, che a livello globale presentano un costo per i produttori industriali che può essere stimato in 50 miliardi di dollari l’anno. Un’altra ricerca, questa volta condotta dalla società di ricerca di settore Enterprise Strategy Group (ESG), stima che il tempo di inattività medio post incidente duri circa 1,5 ore, mentre altri studi suggeriscono una media più alta, che va dalle tre a quattro ore. Così, nel momento in cui si verifica un’interruzione delle attività che comporta l’inattività dei dipendenti, si verificano ripercussioni sul solo costo del lavoro che possono pesare per diverse migliaia di euro. 

Logistica e sicurezza

La manutenzione predittiva ha poi il pregio di abbassare i costi delle stesse operazioni di manutenzione, che possono essere ridotti di oltre il 50%, prendendo in considerazione la manodopera effettiva e le spese generali, nonché il costo effettivo delle parti di ricambio, degli strumenti e delle altre apparecchiature necessarie per il funzionamento delle apparecchiature.  Inoltre, nel momento in cui diventa indispensabile procedere a un intervento fisico di riparazione, lo stesso può essere programmato in maniera ottimale, ad esempio al di fuori delle ore di punta della produzione e quando si è certi della disponibilità dei necessari pezzi di ricambio. In effetti, la capacità di predeterminare le parti difettose che necessitano di riparazione, gli strumenti e le capacità di manodopera richieste, ha come effetto finale quello di garantire una riduzione sia dei tempi che dei costi di riparazione. In particolare, le spese legate allo stoccaggio dei pezzi di ricambio possono essere ridotte di oltre il 30%: piuttosto che acquistare tutti i pezzi di ricambio per lo stock, gli operatori industriali hanno tempo sufficiente per ordinare i pezzi di ricambio  secondo le effettive necessità.

C’è poi un altro aspetto, difficilmente quantificabile da un punto di vista economico, ma che sicuramente depone a tutto favore della manutenzione predittiva: una strategia di questo tipo consente alle aziende di anticipare e affrontare i possibili rischi per la sicurezza e prevedere potenziali problemi prima che abbiano un impatto sulla sicurezza dei lavoratori. Grazie ai dati generati dalla sensoristica IoT diventa infatti possibile identificare condizioni potenzialmente pericolose e stimarne l’impatto sulle condizioni di lavoro. 

Riduci i downtime delle tue macchine e ottimizza gli interventi con la manutenzione predittiva!