Distinguersi alle fiere di settore con la Mixed Reality

Un dispositivo di mixed reality oggi può far fare la differenza ad un’azienda che sceglie di investire in un’esposizione di settore. In particolar modo quando l’azienda produce macchine industriali.

La partecipazione alle fiere di settore è nel piano marketing della maggior parte delle aziende italiane e non solo. Secondo i dati di Ufi, infatti, il fatturato mondiale delle fiere ammonta a 49 miliardi, mentre in Italia il giro d’affari arriva a 3 miliardi.

Soprattutto nel B2B il marketing fieristico è  lo strumento di promozione che più si preferisce. Rappresenta l’opportunità per costruire nuove relazioni con operatori del comparto di interesse, stringendo conoscenze da cui possono scaturire propizie soluzioni di business. Così, ogni anno, aziende produttrici di macchine, ad esempio, sono chiamate a curare ogni aspetto dello stand per attirare visitatori. Dalla scelta della brand Image, alla selezione dei prodotti da portare, alle strategie di lead generation, ai gadget.

Oggi però per un’azienda non è più sufficiente partecipare semplicemente con i propri prodotti, Hostess e Commerciali. Occorre distinguersi. Ed è qui che entra in gioco una nuova tendenza già iniziata l’anno scorso ed ancora poco diffusa: l’utilizzo della Mixed Reality.

Immaginate di presenziare con uno stand vuoto (o quasi) e di mettere a disposizione un dispositivo di Mixed Reality da far indossare ai visitatori che attraverso delle gestures interagiranno con i vostri macchinari. Solo questa situazione diversa dal solito, desterebbe molta attenzione. Ma mettiamo per un attimo da parte l’effetto “Wow” e concentriamoci sui reali benefici.

Abbattimento dei costi di trasporto dei macchinari:

Portare dei macchinari in fiera ha un costo elevato non solo economico ma anche di tempo. Con un dispositivo di realtà mixata si può tranquillamente “trasportare” virtualmente qualsiasi impianto.

L’esperienza ha più valore di un gadget:

Attraverso il dispositivo di Mixed Reality, il prospect vive un’esperienza. Interagisce con il modello del macchinario in 3D proiettato nell’ambiente reale. In questo caso lo stand.

Uno strumento di supporto per il commerciale:

Il dispositivo consente, a chi lo indossa, di visualizzare ed interagire con i componenti interni del macchinario. È uno strumento in più per il commerciale che può presentare i macchinari nella loro interezza.

Non il solito Stand

La probabilità di trovarsi nello stand accanto ad un proprio competitor è davvero elevata. Occorre distinguersi.

 

 

Dgroove offre la soluzione mixed reality D-Catalog che risponde al bisogno del reparto Sales&Marketing di avere sempre con sé il catalogo prodotti in 3D in dimensioni reali a fronte di un abbattimento dei costi di trasporto. D- Catalog è una soluzione modulare e customizzabile. Ti offre tool e servizi verticali e specifici che ti supportano nella gestione del tuo lavoro.