I 6 trend HR che segneranno il 2024

trend HR che segneranno il 2024

Ascolta Podcast

Il mondo del lavoro è in evoluzione e viene costantemente plasmato dai cambiamenti culturali e dagli avanzamenti tecnologici dell’ambiente in cui viviamo. Da sempre, le risorse umane giocano un ruolo cruciale nell’adattamento delle aziende a queste dinamiche mutevoli.

Nel 2024, ci troviamo di fronte a una nuova fase di trasformazione che sta contribuendo a rivoluzionare il modo in cui molte aziende gestiscono il loro personale. In questo articolo, ci impegneremo a illustrare le attuali tendenze nel settore delle risorse umane che meritano un’attenzione prioritaria:

  1. People Analytics: l’arte dell’approccio data-driven
  2. Intelligenza Artificiale: una vera e propria rivoluzione della forza lavoro
  3. Cyber Security: più importante che mai
  4. Coinvolgimento dei dipendenti: il segreto per un ambiente di lavoro più produttivo
  5. Upskilling e Reskilling dei dipendenti
  6. Gestione del lavoro ibrido e da remoto

1. People Analytics: l’arte dell’approccio data-driven

L’era digitale ha introdotto un’enorme quantità di dati nel contesto lavorativo. Le aziende stanno gradualmente riconoscendo il potenziale di questi dati per migliorare le decisioni anche in ambito HR. Uno dei principali HR trends 2024 sarà infatti il consolidamento del concetto di people analytics, o HR analytics, come strumento essenziale nella gestione delle risorse umane. 

Cosa si intende con people analytics? Il termine si riferisce all’analisi approfondita dei dati provenienti da diverse fonti aziendali, ad esempio il turnover, la produttività, il coinvolgimento e la soddisfazione dei propri dipendenti. Analizzando dettagliatamente questi dati, le organizzazioni possono individuare le principali aree di miglioramento e adottare interventi specifici che favoriscano un ambiente lavorativo più efficiente e soddisfacente.

2. Intelligenza Artificiale: una vera e propria rivoluzione della forza lavoro

L’intelligenza artificiale è destinata a giocare un ruolo sempre più rilevante nella gestione delle risorse umane. Nel 2024, ci aspettiamo di vedere un’ampia adozione di sistemi basati sull’AI per ottimizzare i processi HR

  • Automazione delle procedure amministrative più ripetitive;
  • Creazione di sistemi di selezione più avanzati;
  • Rispondere alle domande più comuni dei dipendenti;
  • Accelerare la comunicazione tra i dipendenti e le risorse umane;
  • … e molto altro ancora!

Le aziende stanno inglobando questa nuova e davvero promettente tecnologia per velocizzare quanto più possibile i tempi, ottimizzando le risorse a disposizione. In questo modo, consentono alle figure HR di concentrarsi maggiormente su attività più strategiche, come la gestione dei talenti e del loro sviluppo professionale.

3. Cyber Security: più importante che mai

Attenzione a non sottovalutare la sicurezza informatica! Gestendo ormai enormi quantità di informazioni sensibili dei dipendenti, le aziende devono essere in grado di garantire che tutte queste siano sempre al sicuro. Questa crescente importanza è dovuta alla natura critica dei dati HR, che includono informazioni personali, dettagli fiscali e altre informazioni confidenziali. Le minacce alla sicurezza informatica si sono evolute, diventando sempre più sofisticate e mirate, mettendo a rischio la privacy e la sicurezza dei dipendenti e delle aziende stesse.

Le aziende sono chiamate a fronteggiare una serie di minacce, come attacchi ransomware, phishing e violazioni dei dati, che possono compromettere la reputazione aziendale e causare danni finanziari significativi. Per affrontare queste sfide, le organizzazioni implementano strategie avanzate di cybersecurity, adottando tecnologie all’avanguardia come firewall, sistemi di rilevamento delle intrusioni e crittografia dei dati. Inoltre, è essenziale educare i dipendenti sulla sicurezza informatica attraverso formazioni specifiche per prevenire attacchi basati sulla vulnerabilità umana.

La protezione dei dati HR richiede una gestione oculata degli accessi, garantendo che solo le persone autorizzate possano accedere alle informazioni sensibili. L’implementazione di rigorosi protocolli di accesso e controllo delle credenziali è fondamentale per prevenire violazioni interne ed esterne. Le aziende adottano anche politiche di sicurezza che includono la periodica revisione e l’aggiornamento delle password, l’accesso basato su ruoli e la crittografia end-to-end.

La conformità alle normative sulla privacy è un altro aspetto critico della cybersecurity HR. Le aziende devono rispettare normative come il GDPR per garantire la protezione dei dati personali e la privacy dei dipendenti. Questo richiede la trasparenza nelle pratiche di raccolta e gestione dei dati, nonché la notifica tempestiva in caso di violazioni.

La gestione dei rischi cyber security è diventata parte integrante delle strategie aziendali, coinvolgendo i vertici aziendali, gli specialisti IT e i dipartimenti HR. Le aziende stanno investendo in soluzioni avanzate di sicurezza informatica, ma la consapevolezza e la formazione dei dipendenti rimangono un elemento chiave nella difesa contro le minacce emergenti. La collaborazione con fornitori affidabili e l’adozione di pratiche di sicurezza standardizzate sono essenziali per creare un ambiente lavorativo sicuro e protetto.

4. Coinvolgimento dei dipendenti: il segreto per un ambiente di lavoro più produttivo

Il coinvolgimento dei dipendenti è ormai da decenni una priorità per le aziende, ma nel 2024 prevediamo un ulteriore aumento di iniziative mirate a creare un ambiente di lavoro stimolante e inclusivo. Anche le piattaforme digitali e i social media saranno sempre più utilizzati per favorire la comunicazione interna, la condivisione di successi e la creazione di una cultura aziendale coesa.

5. Upskilling e Reskilling dei dipendenti

In linea con le tendenze degli ultimi anni, ma sempre più importante, l’upskilling dei dipendenti rimarrà una necessità primaria nel 2024. Oltre all’upskilling, anche il reskilling diventerà sempre più popolare. A seguito della rapida crescita delle nuove tecnologie, sempre più integrate nel mondo dell’AI e del machine learning, tutte le figure aziendali si troveranno, in un modo o nell’altro, a dover affrontare grandi novità che fino a ieri non erano neanche immaginabili.

6. Gestione del lavoro ibrido e da remoto

Il concetto classico di luogo di lavoro ha subito una profonda trasformazione. Tra il 2022 e il 2023, a seguito del periodo di smart working totale, ogni azienda ha scelto come organizzarsi dal punto di vista delle presenze in ufficio. La soluzione più diffusa è stata quella di abbracciare un modello ibrido, concedendo ai dipendenti la flessibilità di lavorare sia da casa che in sede.

Questa rivoluzione ha imposto però una particolare attenzione a due elementi chiave:

  1. La creazione di un ambiente di lavoro virtuale progettato attentamente per facilitare la collaborazione e promuovere la coesione del team, anche quando i membri sono fisicamente distanti. Tecnologie avanzate, piattaforme di comunicazione efficaci e pratiche di gestione del lavoro remoto diventano cruciali per garantire un flusso di lavoro fluido e interazioni fruttuose tra i membri del team.
  2. La gestione degli spazi fisici negli uffici riveste un ruolo fondamentale nel cercare un equilibrio ottimale tra la promozione di interazioni tra i membri del team e la creazione di momenti di concentrazione. Per garantire un ambiente lavorativo funzionale, è essenziale implementare un layout che favorisca la comunicazione e la collaborazione, ma che allo stesso tempo rispetti la necessità di focus individuale. Questo secondo aspetto richiede in primis una riflessione attenta sulla disposizione delle scrivanie

Con l’inizio del nuovo anno, è tempo di dare una valutazione al modello adottato. Ha funzionato? Cosa ne pensano i dipendenti? Esiste una soluzione in grado di ottimizzare la situazione attuale?

Il panorama lavorativo sta subendo una rapida trasformazione, con nuove generazioni di lavoratori che attribuiscono sempre più rilevanza a valori quali sostenibilità, diversità, inclusione e il giusto bilanciamento tra vita personale e professionale. Nel corso del 2024, i datori di lavoro si troveranno ad affrontare un’ancora più crescente consapevolezza riguardo all’importanza di adeguarsi alle aspettative dei talenti emergenti. Le imprese capaci di abbracciare e comunicare in modo efficace questi principi avranno un innegabile vantaggio nella sfida di attrarre e trattenere i talenti più qualificati

Conclusioni

Questo nuovo anno si presenta già come un periodo cruciale nell’evoluzione delle pratiche legate alle risorse umane. L’adozione consapevole delle tendenze che abbiamo approfondito nei paragrafi precedenti si rivelerà indispensabile per le aziende che ambiscono a mantenere un posizionamento competitivo in un panorama lavorativo in costante mutamento.

L’approccio dipendente-centrico e la comprensione più approfondita dei dati stanno trasformando sempre di più le risorse umane in un vero e proprio motore trainante per il successo organizzativo aziendale.

L’analisi dei dati HR emerge come una risorsa di valore incommensurabile per le realtà che intendono prendere decisioni informate pianificando in modo strategico il proprio percorso. In questa prospettiva, noi di Dgroove, ci impegniamo da sempre ad affiancare aziende di ogni settore, offrendo soluzioni intelligenti studiate insieme e personalizzate per soddisfare le specifiche esigenze.

Se come obiettivi per il 2024 ti sei posto di favorire l’analisi delle presenze e la gestione degli spazi con l’intento di promuovere la soddisfazione dei dipendenti e aumentare la produttività complessiva, Place4You è la soluzione ideale!

Non esitare a richiedere una Demo Gratuita e scoprire di persona come possiamo contribuire a ottimizzare il tuo ambiente lavorativo. Siamo pronti a condividere le nostre competenze e a collaborare con te per creare soluzioni mirate che promuovano il successo della tua azienda.